Steroidi Anabolizzanti: gli effetti collaterali

(articolo di Alessandro Locati Bodybuilding Italia)




  Introduzione

Come riconoscere l'utilizzatore?

  Tutti gli effetti collaterali
 

Aggressività

Ritenzione di Sodio

Ginecomastia

Strappi Muscolari

Ipertensione

Malattie Cardiovascolari

Cancro

Mascolinizzazione

Ipertrofia Cardiaca

Ittero

Impotenza

Palpitazioni

Cefalee

Sterilità

Sanguinamento

Sistema Immunitario

Acne

Shock Anafilattico



IMPOTENZA


Questo problema coinvolge delle variazioni della libido che avvengono repentinamente quando si entra/esce dai cicli steroidei. Molte volte gli uomini riscontrano un più alto interesse sessuale all'inizio del ciclo steroideo, accompagnato da erezioni sempre più frequenti e lunghe. Con il proseguire del ciclo degli steroidi, questa reazione ha un capovolgimento, lasciando allo sfortunato soggetto poca capacità nel mantenere un'erezione per il tempo desiderato. I fattori fisiologici che contribuiscono all'impotenza includono una diminuita produzione del testosterone fisiologico prodotto dai testicoli (lo steroide esogeno cortocircuita il sistema di feedback endogeno fisiologico).


STERILITA


La somministrazione di alte dosi di steroidi anabolizzanti ha degli effetti micidiali sulle funzioni del sistema endocrino fisiologico del corpo. Le percentuali dello sperma mobile che si forma normalmente vengono significativamente ridotte. A volte la sterilità diventa un problema che accompagna l'utilizzatore di steroidi per prolungati periodi di tempo (in taluni casi anche per svariati anni) dopo la cessazione dei cicli.


ACNE


L'acne è un effetto collaterale molto comune tra gli utilizzatori di steroidi. Gli steroidi anabolizzanti possono provocare l'acne e/o peggiorare i problemi di acne già esistenti. L' acne è causata da batteri che prolificano sulla cute. Generalmente la cute ha la capacità di distruggere gli ormoni androgenici che normalmente sono presenti in piccole quantità. Quando però si usano gli steroidi anabolizzanti esogeni, la concentrazione tende a raggiungere un livello tale che la pelle non è più in grado di reagire adeguatamente, permettendo quindi il prolificarsi dei batteri. Questo aspetto associandosi poi al fatto che gli ormoni androgenici permettono alle ghiandole sebacee una maggior secrezione di olio sulla pelle, conduce ad una situazione molto sgradevole. Non si tratta solo di acne in maniera grave sul dorso, sulle spalle e sul petto, ma è anche un segno per gli altri atleti che si sta seguendo un ciclo steroideo.


GINECOMASTIA


Questa condizione si riferisce allo sviluppo nell'uomo delle ghiandole mammarie. E' un effetto collaterale comune tra gli uomini che usano gli steroidi androgenici. Insorge quando uno steroide aromatizza (il testosterone in eccesso o gli androgeni sono convertiti in estrogeni nel tentativo del corpo di mantenere l'equilibrio). In questo caso i livelli dell'estrogeno diventano molto alti, mimando i patterns dell'ormone femminile che iniziano la formazione del petto. I primi segni di tutto ciò sono protuberanze dolorose sotto la zona del capezzolo. Questo rigonfiamento aumenterà gradualmente e si formerà tutto intorno un tessuto grasso. Può insorgere bilateralmente come solo da una parte. L'unico rimedio è l'asportazione chirurgica del tessuto grasso. La ginecomastia, in molti casi, è accompagnata da secrezione di latte. Quest'ultima è provocata da elevati livelli di prolattina, un altro ormone che viene innalzato, negli uomini, per mezzo della ghiandola pituitaria quando un farmaco steroideo aromatizza.


Ginecomastia - Scopri Gli interventi chirurgici per Rimuoverla - BeautyPortale

MALATTIE CARDIOVASCOLARI


L'evidenza medica supporta la teoria che l'uso degli steroidi anabolizzanti è un fattore a rischio per la cardiopatia. Ciò è dovuto al fatto che l'uso degli steroidi interessa negativamente i livelli di colesterolo. L'HDL (lipoproteina ad alta densità) è il colesterolo 'buono' che trasporta il colesterolo al fegato. Un livello alto di HDL significa che più colesterolo può essere rimosso dalle arterie. L'LDL (lipoproteina a bassa densità) rilascia invece il colesterolo nelle cellule del sangue. Questo colesterolo aderisce alle pareti delle arterie formando una placca dura che aumentando di dimensioni potrà ad ostruire completamente l'arteria conducendo ad un inevitabile attacco cardiaco. Tale condizione è aggravata da una eventuale situazione di ipertensione cronica che deteriorando le arterie crea delle superfici irregolari dove il colesterolo si può accumulare più facilmente.


IPERTROFIA CARDIACA


Coloro che utilizzano da molto tempo gli steroidi possono essere soggetti ad una ipertrofia cardiaca che può essere molto pericolosa. Gli steroidi esercitano i loro effetti principalmente sui muscoli scheletrici ma agiscono anche sugli altri gruppi muscolari ed uno di questi è il muscolo cardiaco. In alcuni casi tale ipertrofia può divenire fatale.


PALPITAZIONI


Queste palpitazioni possono derivare da un eccitamento o un elevato livello di stimolazione del sistema nervoso centrale. Spesso possono presentarsi sotto forma di PVC (Contrazioni Ventricolari Premature), cioè quando un ventricolo del cuore si contrae irregolarmente, producendo un battito molto forte e brusco che crea una sensazione di paura eccezionale (tipica degli attacchi di panico).


SANGUINAMENTO


Un altro effetto collaterale riscontrato usando gli steroidi anabolizzanti è l'alterazione del tempo di coagulazione. Tecnicamente viene chiamato tempo di protrombina. Un tempo di protrombina aumentato significa che il plasma impiega più tempo per coagularsi. Il tempo normale di coagulazione è tra 10 e 12 secondi. La situazione diventa decisamente pericolosa se allo steroide si associa l'aspirina che di per se aumenta il tempo di coagulazione. Con un tempo di protrombina molto alto un atleta potrebbe morire dissanguato nel caso insorgesse una qualsiasi ferita o lesione interna. Gli effetti collaterali comunemente riscontrati in questo aumento del tempo di protrombina comprendono: persistenti emorragie dal naso che aumentano in molti utilizzatori a causa dell'ipertensione, ed un aumento del tempo necessario per fermare l' emorragia da piccoli tagli.


SHOCK ANAFILATTICO


Questa è una reazione allergica fatale che può insorgere a seguito dell'iniezione. Questa reazione allergica avviene ad un livello estremamente alto e rappresenta la reazione ad un organismo estraneo o ad una sostanza proteica. Tale condizione si manifesta quando il "sistema" di una persona diventa ipersensibile ad una proteina estranea così che l'iniezione di una seconda dose causa una reazione acuta che può essere fatale. A livelli minori produce spasmi bronchiali, pallore e collasso. Lo shock anafilattico è causato dal rilascio di costituenti di cellule infiammatorie acute, generalmente come risultato di antigeni all'IGE sui mastociti o sui basofili.


Anabolizzanti Per ulteriori approfondimenti sugli effetti collaterali di tipo psichico vedi quì


Bibliografia
- Nathaniel Phillips, Anabolic reference 1991