NAC - N-Acetil-Cisteina: importanza nello sport

Introduzione

L'esercizio fisico ad alta intensità è uno dei fattori più importanti nella generazione dei radicali liberi dell'ossigeno e del conseguente incremento dello stato di ossidazione cellulare.
Il bilanciamento tra specie ossidanti e sistemi di detossificazione cellulare costituisce l'elemento determinante nel mantenimento della corretta funzionalità cellulare.
E' noto infatti come uno sbilanciamento a favore delle specie ossidanti piuttosto che un progressivo declino dei sistemi di protezione cellulare, costituisca il punto di partenza di differenti condizioni morbose accumunate da un unico fattore di base noto come stress ossidativo.
La stessa situazione in ambito sportivo risulterebbe potenzialmente correlabile:

In quest'ottica quindi l'uso di antiossidanti come il Glutatione e l'N-Acetil-Cisteina potrebbe risultare prezioso nel controllare l'incidenza delle suddette condizioni.

Glutatione

Ruolo biologico

L'N-Acetil-Cisteina è un residuo aminoacidico di cisteina acetilato, biologicamente prezioso in quanto fattore limitante la sintesi del Glutatione, tripeptide dotato di spiccato potere antiossidante.
Oltre al ruolo antiossidante indiretto, per l'appunto correlato alla sintesi di Glutatione, l'anello tiolico del NAC ha dimostrato attività di scavanger nei confronti dei radicali liberi dell'ossigeno, costituendo pertanto un protagonista attivo della barriera antiossidante endogena.
L'efficacia dell'integrazione con NAC è stata ulteriormente ribadita da differenti studi di farmacocinetica che ne hanno caratterizzato le proprietà rilevando un picco ematico 2-3 ore dall'assunzione ed un emivita di circa 6 ore.
Ulteriormente preziose sarebbero successive evidenze che dimostrerebbero come l'assunzione di NAC si associ ad un incremento delle concentrazioni plasmatiche di Glutatione.
Viste le ottime proprietà farmacocinetiche l'NAC è stata ampiamente impiegata in ambito clinico rivelandosi utile:

N Acetil Cisteina

NAC e sport

Tralasciando il ruolo clinico del NAC, numerosi sono i lavori che caratterizzano i possibili benefici di questa supplementazione anche in ambito sportivo.
Più precisamente l'integrazione orale con N-Acetil Cisteina si sarebbe rivelata utile:

Attività ulteriormente migliorate dalle contestuale assunzione di altri antiossidanti come l'acido alfa lipoico, la Vitamina C e la vitamina E.

Modalità d'uso

Considerando i diversi studi presenti in letteratura, ognuno dei quali propone dosaggi differenti, il range più caratterizzato sia per l'attività biologica che per i potenziali effetti collaterali è quello compreso tra i 600 ed 1800 mg/die.
Visto il prezioso ruolo antiossidante e le differenti tempistiche di assorbimento, sarebbe preferibile assumere l'N-Acetil-Cisteina preferibilmente 2-3 ore prima dell'allenamento.
Come precedentemente accennato, la contestuale assunzione di altri antiossidanti potrebbe migliorare le proprietà biologiche di questa molecola, potenziandone sensibilmente le capacità antiossidanti e mioprotettive.

Effetti collaterali

L'uso di NAC si è rivelato generalmente sicuro e ben tollerato ad eccezione di sporadici effetti collaterali di natura gastroenterica come diarrea, pirosi, nausea e dolori crampiformi.
Decisamente meno rilevante risulterebbe l'incidenza di effetti collaterali clinicamente significativi.
Si raccomanda di consultare il proprio medico qualora il protocollo integrativo richieda tempistiche superiori alle 6 / 8 settimane.
Data l'assenza di studi a riguardo sarebbe preferibile evitare l'assunzione di NAC durante la gravidanza e l'allattamento al seno.

Bibliografia

Thiol-based antioxidant supplementation alters human skeletal muscle signaling and attenuates its inflammatory response and recovery after intense eccentric exercise.
Michailidis Y, Karagounis LG, Terzis G, Jamurtas AZ, Spengos K, Tsoukas D, Chatzinikolaou A, Mandalidis D, Stefanetti RJ, Papassotiriou I, Athanasopoulos S, Hawley JA, Russell AP, Fatouros IG.
Am J Clin Nutr. 2013 Jul;98(1):233-45

N-acetylcysteine supplementation controls total antioxidant capacity, creatine kinase, lactate, and tumor necrotic factor-alpha against oxidative stress induced by graded exercise in sedentary men.
Leelarungrayub D, Khansuwan R, Pothongsunun P, Klaphajone J.
Oxid Med Cell Longev. 2011;2011:329643.

The antioxidant role of glutathione and N-acetyl-cysteinesupplements and exercise-induced oxidative stress.
Kerksick C, Willoughby D.
J Int Soc Sports Nutr. 2005 Dec 9;2:38-4

N-acetylcysteine supplementation and oxidative damage and inflammatory response after eccentric exercise.
Silva LA, Silveira PC, Pinho CA, Tuon T, Dal Pizzol F, Pinho RA.
Int J Sport Nutr Exerc Metab. 2008 Aug;18(4):379-88

Oxidative stress after human exercise: effect of N-acetylcysteinesupplementation.
Sen CK, Rankinen T, Väisänen S, Rauramaa R.
J Appl Physiol (1985). 1994 Jun;76(6):2570-