ZMA: Proprietà e impieghi nello sport

Caratteristiche biologiche

Con la sigla ZMA si intende generalmente un composto costituito da Zinco e Magnesio Aspartato.
Come è noto lo Zinco è un oligoelemento, in quanto tale presente in trace nell'organismo umano, coinvolto in numerosissime reazioni biologiche.
Ad oggi si stima che questo minerale possa essere coinvolto in oltre 300 reazioni enzimatiche, contribuendo attivamente al metabolismo intermedio di numerosi nutrienti.
L'azione metabolica, legata all'attiva partecipazione come cofattore enzimatico, l'attività antiossidante, rientrando nella sintesi di enzimi come la superossido dismutasi, l'attività di regolazione dell'espressione genica, costituendo parte fondamentale dei domini di legame proteine-DNA, fanno dello Zinco un oligoelemento di fondamentale importanza nell'economia umana.
Il Magnesio, al pari dello Zinco, è un altro oligoelemento direttamente coinvolto in tantissime reazioni enzimatiche che richiedono questo minerale come cofattore.
Il metabolismo glicolitico, il metabolismo ossidativo di lipidi e proteine costituiscono le principali vie metaboliche nelle quali il Magnesio è presente, ma è noto anche come questo minerale possa risultare prezioso:

Sulla scia di queste evidenze scientifiche e di alcuni lavori decisamente datati, si sono sviluppati nel tempo integratori di ZMA.

ZMA e sport

Numerose evidenze scientifiche sembrerebbero concordi nel ritenere che l'attività fisica, soprattutto se particolarmente intensa, possa, anche attraverso la sudorazione, contribuire ad un decremento significativo di questi minerali.
Carenze di Zinco si sarebbero rivelate particolarmente pericolose per la salute dell'atleta, in quanto oltre a determinare un vistoso calo della performance, sarebbero state responsabili anche di una alterazione significativa del normale equilibrio immunologico, aumentando così il rischio di overtraining.
Nello stesso modo carenze di Magnesio, si sarebbero associate ad una riduzione delle capacità performanti, nonché ad un incremento significativo della produzione di cortisolo, ormone coinvolto nella sindrome da overtraining.
Di conseguenza la supplementazione con questi Sali, soprattutto nei periodi di maggiore impegno psico-fisico, potrebbe rivelarsi utile nel prevenire carenze potenzialmente pericolose per la salute dell'atleta.
Tuttavia, nonostante il razionale impiego appena descritto, gli integratori di ZMA hanno riscosso particolare successo nel mondo dell'integrazione sportiva per i teorici effetti positivi esercitati sulla sintesi proteica.
Infatti in un vecchio studio del Dr.Brilla, la supplementazione con 450 mg di Magnesio Aspartato e 30 mg di Zinco Aspartato per 7 settimane, avrebbe determinato su calcatori, un incremento delle sezioni trasversali del quadricipite e del bicipite femorale con un aumento anche della potenza sviluppata.
Il tutto si sarebbe accompagnato anche da un incremento delle concentrazioni ematiche di testosterone, testosterone libero ed Insulin Growth Facto r1.
Questi interessantissimi risultati hanno spinto successivamente numerosi altri ricercatori a sperimentare i potenziali effetti benefici relativi alla supplementazione con ZMA.
Nonostante i numerosissimi sforzi effettuati, nessuno di questi studi ha rilevato un cambiamento ormonale degno di nota, seppur invece si sono osservati miglioramenti sulla composizione corporea, con un decremento significativo della massa grassa e un incremento della magra (come visibile dall'immagine).

ZMA

Figura 1 - J Int Soc Sports Nutr. 2004; 1(2): 12–20. Grigio Placebo - Nero ZMA

Conclusioni

L'integrazione con ZMA, nonostante le precedenti evidenze, al momento non sembrerebbe influenzare lo stato ormonale dell'atleta, sottoposto a supplementazione, mentre risulterebbe utile nel sostenere i livelli sierici di questi preziosi minerali, determinando contestualmente un miglioramento della composizione corporea.
Scarsi invece sembrerebbero gli effetti sulla performance e sullo sviluppo di potenza muscolare.

Bibliografia

Emerging supplements in sports.
Mason BC, Lavallee ME.
Sports Health. 2012 Mar;4(2):142-6

Effects of Zinc Magnesium Aspartate (ZMA) Supplementation on Training Adaptations and Markers of Anabolism and Catabolism.
Wilborn CD, Kerksick CM, Campbell BI, Taylor LW, Marcello BM, Rasmussen CJ, Greenwood MC, Almada A, Kreider RB.
J Int Soc Sports Nutr. 2004 Dec 31;1(2):12-20

Brilla LR, Conte V.
Effects of a novel zinc-magnesium formulation on hormones and strength. 
J Exerc Physiol Online. 2000;3:26–36.

Prasad AS, Mantzoros CS, Beck FW, et al.
 Zinc status and serum testosterone levels of healthy adults.
 Nutr. 1996;12:344–8.